mercoledì, ottobre 07, 2009

Bastardi Senza Gloria

Probabilmente la visione è troppo fresca.
Bastardi Senza Gloria mi è piaciuto, ma non come gli altri film di Tarantino, per adesso lo metto accanto a Jackie Brown, quello che mi è piaciuto un pochino meno.

---Spoiler--------------------
Vedere massacrati Hitler, Goebbels e tutti gli altri pazzi è quello che da sempre avremmo voluto, credo, tutti.
E' una bella goduria, e forse per questo Tarantino toglie prima di scena i personaggi più forti Aldo Raine (Pitt) e la Shosanna Dreyf (Melanie Laurent).

---------FINE SPOILER-------------------------------------------

Probabilmente mi è sembrato che il film perda l'occasione di un vero crescendo poichè la tensione non viene drammatizzata, non c'è dramma da parte dei personaggi, il dramma è quello del nazismo sullo sfondo ma è un Topos che
ci portiamo da casa e non si innesca necessariamente nel film. Non siamo una platea di ex partigiani, in tal caso il film ci avrebbe fatto piangere e urlare di godimento.
La missione dei Bastardi e la vendetta di Shosanna vengono operate in modo
talmente automatico da impedirci l'immedesimazione. Se non c'è immedesimazione non c'è catarsi e rimaniamo seduti sulle poltroncine come dietro ad un vetro.



Ce ne sarebbe di altro da dire per ore.

3 punti a favore.

1) l'assoluto Christoph Waltz: colonnello Hans Landa. sia l'attore che il personaggio.
2) Tutto il capitolo 1.
3) La scena nella taverna. A parimerito con HIlter attore e personaggio.



3 punti contro.

1) la parte che riguarda gli inglesi, inutili e scadenti.
2) II personaggi risultano soffocati dalla brevità. Ci volevano due film per dare alle storie il giusto respiro: un ib 1 con I bastardi e un ib2 con Shosanna.
3) Il personaggio di Pitt poteva esse immensamente migliore.

Bel film, ma a mio modesto parere non c'era nulla di paragonabile a questo:



Pareri, sopratutto se discordi, sono bene accetti.

Ciao.

2 commenti:

Alex ha detto...

Puro spasso e parecchia soddisfazione sul finale. Sono uscito dal cinema con la percezione che finalmente giustizia era stata fatta!

Daniele Marotta ha detto...

Assolutamente d'accordo.

Infatti il film è più un tentativo ucronico di sistemare la storia.